Osteoporosi

OSTEOPOROSI

INFORMAZIONI GENERALI

Osteoporosi, la malattia ossea più comune nella popolazione generale caratterizzata da bassa massa ossea, deterioramento del tessuto osseo e compromissione della sua architettura, con conseguente riduzione della resistenza e aumento del rischio di frattura1.
Circa 560.000 nuovi casi di fratture ossee da fragilità sono stati registrati nel 2017 in Italia2
eventi in grado di compromettere l’indipendenza e la qualità della vita di 4 milioni di persone che convivono con l’osteoporosi2.
L’osteoporosi colpisce il 23,1% delle donne e il 7% degli uomini nella fascia d’età ≥50 anni2
Il rischio di subire una frattura da fragilità nel corso della vita futura varia tra uomini e donne e in base al sito interessato dalla frattura ed è più elevata nella popolazione femminile2.
Indipendentemente dalle differenze nel rischio di frattura, il numero dei casi di frattura è destinato ad aumentare in tutti i Paesi a causa del progressivo invecchiamento della popolazione2.

OSTEOPOROSI

PATOLOGIA
Principali tipi di osteoporosi
Vengono definite primitive le forme di osteoporosi che compaiono dopo la menopausa (postmenopausale) o in generale con l’avanzare dell’età (senile).1
Le osteoporosi secondarie sono invece quelle determinate da un ampio numero di patologie e farmaci.1
Osteoporosi primitiva o idiopatica
È la forma più comune di osteoporosi.2
Comprende l’osteoporosi giovanile, postmenopausale e senile.2
In Europa, l’osteoporosi rappresenta una della malattie più debilitanti e con i costi più elevati.5
Osteoporosi postmenopausale
È la forma più frequente di osteoporosi primitiva.3
La patogenesi è dovuta al deficit di estrogeni associato alla menopausa che determina un’accelerazione della perdita ossea dovuta all’invecchiamento.3
Presenta un profilo patologico scheletrico specifico.2
 
 
 

RISORSE PER IL MEDICO